Bianco

Questa serie di opere ha origine da uno studio che riguarda il ritmo e il movimento. L’installazione è caratterizzata dalla ripetizione di forme organiche fragili e leggere e dalla successione armoniosa di questi elementi nello spazio. Tale costruzione vuole conseguire la potenza della composizione secondo una rinnovata prospettiva; la ripetizione abbandona i connotati di monotonia per assumere quelli di libertà di espressione attraverso un procedere del lavoro volutamente casuale.

Terraglia bianca lavorata a lastra, biscottata a 980°, affumicata.